Understatement piemontese

Pare che i tifosi della Roma sabato notte siano andati a Fiumicino ad attendere il ritorno dei loro campioni, reduci dalla vittoria in casa della Juventus.
Pare che il loro tecnico, Ranieri, di fronte a tanto affetto abbia dichiarato “Ma che ne sanno a Torino di queste cose!”, levandosi almeno un sassolino dalla scarpa.
Claudio Ranieri a Torino ha trascorso due anni, senza evidentemente comprendere lo spirito di questa città e senza generare particolari entusiasmi nella esigente ma, purtroppo, scarsamente competente tifoseria bianconera. In effetti sarebbe bastato scorrere l’organico delle squadre che gli erano state affidate per rendersi conto che un terzo posto al primo anno e un secondo posto al secondo anno, almeno finchè la squadra e la società non decisero di remargli contro per poterlo esonerare, erano mezzi miracoli, se non altro per lo spirito con cui la Juventus scendeva in campo, lottando fino alla fine, sempre. E’ quello che sta facendo oggi la Roma e non stupisce neanche che il suo gioco in fondo non sia granchè: era ad inizio stagione una squadra alla deriva, oggi a furia di risultati utili è terza dietro Inter e Milan e il merito va gran parte al suo tecnico, che sa che in Italia conta solo vincere o perlomeno dimostrare di volerlo fare, il bel gioco e tutto il resto sono e restano chiacchiere.
La Roma ad ogni modo va a vincere in casa di una squadra rivale, si piazza stabilmente al terzo posto e questo basta per mandare in visibilio le folle, tanto da farle correre all’aereoporto ad osannare i propri campioni.
A Torino una cosa del genere non sarebbe mai successa, e, credo, mai succederà. Vuoi perchè da queste parti nonostante tutto un terzo posto è ancora una stagione buttata, vuoi perchè bene o male di vittorie se ne è sempre portate a casa tante da viziare i propri tifosi, ma soprattutto perchè di fronte a una vittoria avvenuta in undici contro dieci, contro una squadra allo sbando che sta regalando punti a chiunque ne voglia, segnando all’ultimissimo minuto senza peraltro aver fatto molto più dell’altra squadra, ebbene di fronte a tutto questo l’ipotesi di recarsi a Caselle alle tre di notte per attendere gli eroi reduci da cotanta gloria sarebbe stata chiusa con due sole parole: esageruma nen!

5 Risposte

  1. Non sono uno 60 milioni di CT di cui è ricca l'Italia, Rouge. Ed è per questo che non capisco i giochi di potere del mondo del calcio. Né comprendo se una squadra giochi male perché in campo ci sono troppi vecchietti, o perché l'allenatore non ha buone strategie di gioco.Fatto sta che, quando la mia squadra perde, mi incazzo. E oggi sono parecchio incazzata.Quanto andare all'aeroporto per rendere onore agli 11 (o qualcosina in più) in mutande, be'… davvero, non esageriamo…

  2. @ Bastian: sempre relativizzando (in fondo si parla solo di calcio, neh) io sono solo amareggiato. Più che altro perchè lo scorso anno ero l'unico al bar a dire che mandar via Ranieri era una sciocchezza oltre che una porcata, e in più perchè temevo che un tecnico troppo giovane e troppo amico dei giocatori, Ferrara, non potesse essere la strada giusta da seguire.Purtroppo ho avuto ragione.Fermo resta che ci sono cose più importanti del calcio e certe cose proprio non le capisco.

  3. Cerco di risponderti in maniera seria anche se l'argomento non lo è.Mettiti nei panni di Ranieri, tutto giusto ciò che dici sui risultati a Torino, a due giornate dal termine lo sbolognano e tutti a santificare Ferrara che ha vinto due partite con giocatori e moduli di Ranieri. La cacciata di ranieri ancora non l'ho capita, e di certo non è nel tanto decantato stile Juventus con cui, noi di mezza età, siamo cresciuti.A parte tutto ciò che sono chiacchiere da bar, le circa 200 persone, che mano a mano sono cresciute fino a diventare una folla, comprendono, sicuramente, molti dementi che hanno fatto l'alba per andare ad accogliere i giocatori, c'è chi si accontenta di poca anche se gli sta franando il mondo sotto i piedi, e molti sono quelli che si trovavano a Fiumicino per altri motivi. Penso di essere stato più chiaro in questo commento impegnato che nel post fatto questa sera.Comunque FORZA ROMA.

  4. @ Gap: Sulla cacciata di Ranieri dissi a suo tempo. Continuo a giudicarla una porcata nel modo in cui era stata messa in piedi, con giocatori a far fronda e società silente ad acconsentire, per cui per certi versi sono pure contento se le cose in casa juve vanno male e per Ranieri invece vanno bene. Vuol dire che una certa giustizia da qualche parte c'è.Comunque sia il post era solo una considerazione su diversi modi di entusiasmarsi: hai ragione tu, ci si accontenta di poco.E comunque FORZA JUVE!

  5. aahahah esattoda piemontese e da juventino avrei concluso anch'io così😀

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: