Porco mondo

Io lo so che sono ipocondriaco, che somatizzo, che sono paranoico, metereopatico e tutta un’altra serie di cose che mi impediscono di vivere correttamente e sanamente. Non dico allegramente perchè c’è poco da stare allegri, ma almeno un po’ più leggermente mi piacerebbe, e parecchio.
Ma tant’è, così sono (se mi pare) e tra tutti i periodi in cui beccarsi un raffreddore io vado a scegliere proprio questo periodo, in cui è in atto l’ormai solita (ha cadenze da Olimpiade!) campagna mediatico-terrorista per spargere un po’ di sano panico nella popolazione mondiale. Sia mai che questa dimentichi che il suo ruolo è quello di stare buona buonina al proprio posto e di ringraziare, che c’è chi ci pensa quando una influenza un po’ più potente delle altre si affaccia tra gli umani organismi e ne ammazza qualcuno.
Per fortuna i nostri baldi governanti tengono alla nostra salute, e al loro ruolo, e non lasceranno che un virus gli tolga il lavoro che loro fanno tanto bene con inceneritori, inquinamento, scorie nucleari, bombe all’uranio ricco e povero, mancati sistemi di sicurezza sul lavoro, droghe e cure sballate varie etc etc.
Comunque io sono raffreddato, e in un altro periodo avrei preso una aspirina e bona lé, oggi prendo la pastiglia e in mente mi vengono immagini di messicani in mascherina, ma ti pare possibile?
Io quasi quasi denuncio l’OMS per procurato allarme e disturbo della quiete pubblica. La mia.

P.S.
Sull’argomento vi segnalo il post di Lameduck (eccolo qua).

Annunci

7 Risposte

  1. Il blog del tuo amico (su cui senz’altro lascerò un commento), ha colpito del segno… ultimamente i notiziari alla TV (anche e soprattutto oltremanica, non credere) sembrano organizzati dall’agenzia pubblicitaria della Roche… io ho il dente avvelenato contro le grandi pharma company, per cui…comunque anch’io sono un po’ipocondriaca e per il momento me ne sto qui tranquilla in quest’isoletta nordoccidentale ben isolata da tutti… però ci arriva la corrente del Golfo direttamente dal Messico, che a questi virus piaccia viaggiare?:D

  2. Il fatto strano è che è arrivato praticamente in tutti i paesi d’Europa fuorchè in Italia, strano no? Il fatto è che qua, visto come hanno ridotto il sistema sanitario nazionale, da quando ci sarà il primo caso a quando ce ne accorgeremo la pandemia avrà già fatto una strage….

  3. @ Martina: pare solo il aereo :)P.S.Interessante il dibattito che si è scatenato sul tuo blog.@ Russo: direi che qui abbiamo già abbastanza problemi con terremoti e alluvioni per preoccuparci pure dei porci! E poi abbiamo ancora le scorte accumulate da Gasparri quando c’è stata la fantomatica aviaria (ricordi? la corsa alle scorte di medicinali?). Vabbeh…..

  4. Rouge, e se ti dico che sento puzza di bruciato? La storia dell’influenza porca e maiala mi ha fatto ricordare un evento di oltre 20 anni fa.Nel 1983 la Olivetti aveva le pezze al culo, noi italiani (tutti) ci siamo accollati non so quanta cassa integrazione dei dipendenti per una malsana gestione dell’azienda.Quale escamotage ideò il governo di allora? Introdusse l’obbligo del “Registratore Fiscale” nei pubblici esercizi! Il registratore di cassa più “scrauso” costava circa 2 milioni di lire (nel 1983!) e tutti i commercianti avevano l’obbligo di detenerlo. Risultato: Olivetti uscì dal tunnel.Le multinazionali farmaceutiche – in questo periodo – staranno pagando probabilmente anche loro lo scotto della crisi finanziaria (magari hanno investito male), ma nessuno sgancerebbe un euro (o un dollaro) per salvarle. Allora, cosa di meglio di una pandemìa per stabilizzare i loro bilanci?Sono troppo maligna??

  5. Veramente credi che l’influenza suina sia qualcosa di reale? Tieniti il tuo “vero” raffreddore e pensa ai movimenti internazionali sul commercio di carne, misti al teorema “paura uguale controllo” senza contare le battaglie commerciali tra vari giganti della farmacia. Questa influenza è più volatile dell’aviaria. Un saluto

  6. Sottoscrivo il grande Favollo (che seguo e mi piace). tutte strombazzate.Frattini poi sarà in vacanza. Come sempre XD

  7. @Bastian: teoria moooolto interessante. Soprattutto perché le grandi aziende farmaceutiche sono sotto il mirino per tante porcate immorali fatte recentemente: ad esempio il monopolio dei farmaci contro l’AIDS che non vengono distribuiti liberamente in Africa. Lo scandalo (con tanto di ricerche taroccate) delle statine, i farmaci “anticolesterolo” che vengono prescritti senza consigliare un cambio radicale di vita ai pazienti (le cose più ovvie: dieta ed esercizio fisico) dato che costano una fortuna, portano introiti colossali sia a medici che pharma, ma hanno il “piccolo” inconveniente di causare più effetti collaterali che benefici. E lo scandalo del Prozac? E del Ritalin?Potrei andare avanti per pagine…Si nota che ho dichiarato guerra da tempo alle le grandi pharma?:D

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: