Pre(tele)visioni

Come preannunciato stasera nevica anche sulla città della Mole. Ormai le previsioni del tempo non sbagliano manco a pagarli, riescono a dirti pure l’ora precisa in cui un dato evento meteo si verificherà e non so perchè, ma a pensarci preferivo i tempi in cui il Colonnello Bernacca citava anticicloni delle Azzorre e venti moderati da nord-est per concludere che sì, forse, è probabile che piova ma anche no: insomma aspettate domani e lo scoprirete da soli!
E’ come se ci avessero levato quel particolare piacere dell’incertezza, che magari scocciava in caso di maltempo ma che ti faceva anche godere delle giornate di sole inaspettate, magari in pieno inverno (capita) dove è meno probabile e proprio per questo più piacevole. Oggi con una settimana di anticipo ti avvertono che ci sarà freddo gelido per tre giorni poi una breve pausa poi ancora freddo poi finalmente sole ma solo per un giorno. E che palle! Come posso dire Wow! Nevica! se sapevo già da due giorni che lo avrebbe fatto? Guardo fuori dalla finestra e dico: “Nevica, come avevano detto”. Non è proprio la stessa cosa.
Che poi chissà come mai ad ogni nevicata si ripetono le stesse scene, traffico in tilt e autostrade paralizzate. Bah!
C’hanno tolto dunque il piacere dell’inaspettato e in cambio ci avvisano di tutto quanto, tutto quello che non serve ovviamente. Ad esempio dello sconquasso economico finanziario di questo disgraziatissimo 2008 mica c’avevano detto nulla. Sì qualcuno lo aveva detto, qualche bravo analista finanziario si era azzardato a dire in tempi non sospetti che prima o poi ne avremmo visto delle belle, ma chi ci ha fatto caso? Nessuno o quasi li ha presi sul serio visto che gli organi ufficiali, così bravi a prevedere nebbie e venti forti, non ne hanno mai fatto parola. E questa non era una cosa che metti guanti e berretto di lana e l’hai risolta, questa se va avanti così ti leva sia i guanti che il berretto! Era così imprevedibile? Credo proprio di no.
Comunque sia, visto che appena nevica, nonostante il largo anticipo con cui ci avvertono dell’evento, le città e le autostrade riescono ugualmente ad andare in tilt, tanto vale sostituire le previsioni del tempo con più incerte ma proprio per questo più gradevoli previsioni astrologiche: invece del meteo, l’oroscopo. Serve a un cazzo uguale, ma vuoi mettere Alessandra Canale col colonnello Guido Guidi?
Annunci