Enigma Giulio

Qualcuno gentilmente mi aiuta a comprendere questo personaggio? Perchè io proprio non riesco a inquadrarlo.
Giulio Tremonti ha l’aria dello snob secchione presuntuoso e saccente e non sprizza certo simpatia. Non ride mai, il massimo che gli si vede fare è un sorrisetto forzato proprio di chi sa che deve ogni tanto sorridere per compiacere l’interlocutore, ma ne farebbe volentieri a meno, come del resto pure dell’interlocutore. Tutto il contrario del suo immediato superiore, quel dispensatore di barzellette idiote che tra un centro estetico e una discoteca ogni tanto gioca a fare il Presidente del Consiglio.
Ha scritto libri dai titoli che manco Nostradamus: Lo Stato Criminogeno (1997), L’Europa vecchia, la Cina, il mercatismo suicida: come reagire (2005), La Paura e la Speranza : La crisi che si avvicina e come superarla (2008). Non li ho letti, mi sono ripromesso di farlo, ma so già che butterei via i soldi essendo io quanto di più lontano dal capirci qualcosa di economia e finanza.
In luglio, ma è da anni che lo va ripetendo, si è lasciato andare a dichiarazioni poco confortanti ma che si stanno dimostrando purtroppo veritiere (vedi post).
Da Ministro dell’Economia in carica ha avviato una politica fatta di tagli e contenimento, chiedendo e ottenendo di blindare la finanziaria 2008 già a settembre, cosa mai avvenuta prima, ha tentato in qualche modo di toccare anche gli interessi di banche e petrolieri con la Robin Hood Tax (non so quanto ci sia effettivamente riuscito), si è lasciato andare a critiche al sistema globale e al nuovo ordine mondiale, per ultimo oggi si è messo di traverso all’ennesima porcata che il suo governo e la sua maggioranza ha tentato di far passare, un emendamento salva manager sul decreto Alitalia che avrebbe effetti anche per altre situazioni (vedi qui), facendo di fatto quello che avrebbe dovuto fare l’opposizione evanescente che ci ritroviamo.
E’ lo stesso Ministro che anni fa, ai tempi del primi tre governi del Bandana (2001-2006) voleva liberalizzare pure le spiaggie e ce la menava con la finanza creativa, lo stesso che dovette abbandonare il suo dicastero dopo tre anni dopo essere stato accusato da Fini di aver truccato i conti della finanziaria 2003?
Insomma, qualcuno mi spiega chi è Tremonti?
Annunci

8 Risposte

  1. Rouge, lo sai che me lo chiedo da un po’ di tempo?E – a costo di di ricevere mazzate – ti dico che il personaggio non mi dispiace.Se ne hai voglia, e quando hai tempo, guarda qui, e dimmi che ne pensi…

  2. Tremonti è un uomo da valutare. Oggi la sua uscita mi è sembrata positiva. Almeno ragiona. Quanto a Pape Satan Aleppe il suo blog risulta rimosso. Credo a questo punto che si sia cancellato. Però è strano. ha fatto un post dieci ore fa… non so.

  3. Io lo definisco diabolico!

  4. @Bastian: ho dato una letta al tuo link ed effettivamente è difficile capire chi ha detto cose più di sinistra. E’ proprio questo il punto. Riguardo ai tuoi gusti estetici: Bersani posso capire, ma Tremonti.. ha il sex appeal di una lavatrice, dai :)@Fabrizio: in effetti pare ragioni (il “pare” me lo tengo in attesa di capirci qualcosa)@Peppe: addirittura?

  5. Resta un “oggetto” non identificato.Per Peppe attendo anch’io notizie.Un saluto

  6. Tremonti è quello che minaccia le proprie dimissioni in Parlamento se non viene tolta la salva manager dal “salvataggio” Alitalia solo dopo che la Gabbanelli li sputtana tutti in tivvù…

  7. Ora, mi scuso per il latinismo ma… pensa che è il meno stronzo!Ciao, piacere, Dario diITALY ITALIACi si vede sul mio o tuo blog(frase per la quale mi prende in giro, lo so ma rido, Pellescura)

  8. @Libero: oggetto è la parola giusta per definirlo.@Russo: il tuo essere duro e puro è una panacea contro i dubbi di noi poveri sinistroidi. Grazie per come sei.@Blogger: allora ci si vede sul mio o tuo blog (finchè non li oscurano: che fine ha fatto Pape Satan Aleppe? Oggi era scomparso dal web. Mah.)

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: