Sonno

E’ da un po’ che non scrivo nulla. Non che siano mancati gli stimoli ma per un motivo o per l’altro ho sempre rimandato. Sarà il caldo, come dice AngS nel suo blog, oppure va a sapere.
Avrei voluto scrivere su un bel film che ho visto l’altra sera in uno spazio inusuale (Afterville – The movie, primo film di fantascienza interamente girato sotto la Mole, proiettato negli spazi delle Ex Officine Grandi Riparazioni), e su come trovarmi lì mi ha riportato alla mente un altroquando vissuto anni fa, fatto di tre turni, orari sballati e lunghe ore alienanti attaccato a una macchina (adesso le ore sono più regolari e mi alieno davanti a un computer: ho proprio fatto passi da gigante!).
Avrei voluto scrivere sulle puttanate che stanno combinando giù a Roma, ma non fai in tempo a pensarci che subito l’allegra banda che ci malgoverna se ne inventa di nuove e allora aspetto, mi dico.
Avrei voluto scrivere tante cose, ma alla fine non ho scritto nulla. Ho solo letto, letto, letto. Da consumarmi gli occhi. Di cose preoccupanti (come queste), di cose futili (come questa), e di tanto altro, girando qui e qui e qui e qui.
E ora ho solo sonno, sono stanco, stressato, un po’ preoccupato. Per cui ancora 4 ore davanti al monitor e poi stacco, scappo, corro in montagna con la mia bella.
Per non pensare. Per risvegliarmi.

Annunci

Una Risposta

  1. Grazie per la visita.Ho letto che sei di Torino.Rilassati e guarda al futuro con attenzione e determinazione.Niente è mai scontato.Mario

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: